Combattere gli sprechi e l’inquinamento

Cos’è il FAST FASHION?

Il Fast fashion corrisponde alla produzione massiva di collezioni ogni anno. Ciò è reso possibile dalla forte domanda di abbigliamento da parte dei consumatori.

Le aziende fast fashion offrono vestiti a prezzi molto bassi in modo che siano accessibili al resto del mondo e quindi venduti a quante più persone possibile. Inoltre, ciò che consente a queste aziende di offrire prezzi molto interessanti è la scarsa qualità dei prodotti. Ad esempio, i tessuti utilizzati sono spesso di pessima qualità, il metodo di produzione è industriale e la manodopera è a buon mercato.

L’industria della moda è pesantemente criticata dagli attivisti ambientali per i suoi numerosi effetti negativi sull’ambiente. Diverse cose vengono segnalate dagli attivisti ambientali:

  • trasporto di indumenti;
  • condizioni di lavoro;
  • inquinamento causato dalla produzione di massa

L’industria della moda è oggi la seconda industria più inquinante dopo il petrolio. Ciò è dovuto in particolare all’utilizzo di pesticidi, formaldeide, agenti cancerogeni nei tessuti utilizzati nella realizzazione di abiti indossati dai consumatori di fast fashion.

Problemi del Fast Fashion

Il problema principale di questo inquinamento è che colpisce i paesi sottosviluppati in cui vengono progettati i vestiti. 

In effetti, i paesi sottosviluppati stanno assistendo a un aumento abbastanza significativo e molto preoccupante del livello dell’acqua. La cosa ancora più preoccupante è che questo aumento del livello dell’acqua sta avvenendo in paesi che non hanno i mezzi per combatterlo. In effetti, questo inquinamento è generato dai paesi più sviluppati ma sono i paesi più poveri a pagarne le conseguenze.

Ecco l’elenco dei paesi in cui viene progettata la maggior parte dell’abbigliamento:

  • Bangladesh;
  • Pakistan;
  • Thailandia;
  • Turchia;
  • India;
  • Vietnam;
  • Indonesia;
  • Cina;
  • Tunisia;
  • Marocco

È in questi paesi che gli attori del fast fashion decidono di disegnare i loro vestiti. È soprattutto perché la manodopera di questi paesi è molto economica.


L’altro problema con il fast fashion è la produzione di massa di abbigliamento che causa anche molti effetti negativi sull’ambiente.

Alcuni degli impatti negativi del fast fashion sull’ambiente sono:

  • ·Inquinamento idrico: 20% dell’inquinamento delle acque mondiali è dovuto alla tintura e ai vari trattamenti tessili.
  • ·Emissione gas serra: il settore della moda emette più di 1 miliardo di tonnellate di gas serra, che rappresentano il 2% delle emissioni totali.
  • ·Rifiuti prodotti:  sia le aziende di fast fashion ed i consumatori stessi producono milioni di tonnellate di rifiuti di abbigliamento ogni anno.

Come ostacolare il FAST FASHION?

La Slow Fashion cerca di infondere nei produttori una modalità “più lenta” di confezionamento dell’abbigliamento, cercando di far capire ai consumatori che non hanno bisogno di acquistare nuovi indumenti ogni giorno.

I promotori di questo movimento chiedono uno sforzo anche al consumatore. Prima di acquistare qualunque tipo di prodotto, il consumatore dovrebbe chiedersi: Mi serve davvero? Dove è stato fatto? Durerà nel tempo? Con quale materiale è stato realizzato? Se il consumatore sa rispondere a queste domande allora ha realmente la necessità di acquistare il capo, altrimenti, basandosi solo sulle emozioni che esso suscita, farebbe un’acquisto poco consapevole

SOLUZIONI SOSTENIBILI

Se in Italia, ad oggi, non tutti i Comuni sono obbligati a organizzare la raccolta degli indumenti usati, il Legislatore europeo ha previsto che dal 1° gennaio 2025, tale obbligatorietà deve vigere su tutto il territorio nazionale.

Consigli per riciclare i tuoi vestiti:

Recuperare le parti

Donare gli abiti usati ad amici e parenti

Riciclare vestiti facendo scambi e baratti

Come hanno fatto i ragazzi di RETE GIOVANI: rete di tutti i siti YEPP di ITALIA

Donare ad associazioni o depositare nei cassonetti di raccolta

Donare a canili e gattili

Vendere gli abiti vecchi a negozi di usato e abbigliamento vintage

Vendere i vestiti usati online

Grazie a tutti e Buon acquisto consapevole!!!

20-04-22 SOFIA ROTTA yepp loano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...